Museo Archeologico - Prenotazione biglietti, tour guidati e privati on line - Museo Archeologico


Museo Archeologico

I biglietti includono l’ingresso al Palazzo Ducale, al Museo Correr e alla Biblioteca Marciana.

Un po' di storia sul Museo Archeologico

Il Museo Archeologico Nazionale è stato istituito nel 1523 dal cardinale Domenico Grimani che ha lasciato in eredità alla Repubblica di Venezia, un gruppo di sculture antiche della sua collezione privata. La maggior parte di queste opere provenivano da un vigneto situato nei pressi del Quirinale a Roma, dove il cardinale ha costruito la sua propria casa.

Suo nipote, Giovanni Grimani si è dedicato dal 1563 all'espansione e alla decorazione delle sale del palazzo, con l'obiettivo di creare uno scenario ideale per l'esposizione della sua raccolta. Questa collezione è stata ospitata al primo piano del palazzo ed era costituita da quasi 200 sculture greche e romane che sono state collocate nella sala centrale. La collezione comprende sculture romane appartenenti alla sua famiglia, un gruppo di marmi di provenienza della zona della Venezia continentale e della costa istriana così come alcune sculture antiche provenienti dalla Grecia. Nel 1587 questa collezione fu donata alla Repubblica di Venezia e più tardi si stabilì che tutti i marmi appartenenti a Grimani fossero alloggiati della anticamera della Biblioteca Marciana.

Con la morte di Grimani, i senatori della Repubblica commissionarono la progettazione e la configurazione della collezione di Federico Contarini. Con il sostegno del Consiglio dei Dieci e alcuni nipoti del patriarca, alcune sculture sono state abbandonate nel palazzo Grimani, mentre altri sono state trasferite al "Santuario pubblico". La decorazione è stata completata nel 1596 grazie alle donazioni provenienti dallo stesso Federico Contarini.

Nel corso degli anni molte donazioni hanno aumentato la raccolta e nel 1811 alcune statue furono esposte nel Palazzo Ducale. Durante la prima guerra mondiale le opere ospitate nel Palazzo Ducale sono state trasferite a Firenze fino al 1919 e nel 1920 sono tornate a Venezia. Durante questi anni le "Procuratie Nuove" sono state riadattate.

Cosa è oggi il Museo Archeologico?

Il Museo Archeologico Nazionale di Venezia si trova alato del Museo Correr e della Biblioteca Marciana. Situato in Piazza S. Marco, ospita un'importante raccolta di sculture antiche, tra cui alcuni notevoli originali greci; vi sono inoltre ceramiche, bronzi, gemme e monete, oltre alla collezione archeologica lasciata in deposito dal Museo Civico Correr, che include anche alcune antichità egizie e assiro-babilonesi. Per la sua stessa formazione, presenta un forte carattere collezionistico, costituito com'è dalle opere raccolte fin dal XVI secolo, da parte di importanti famiglie veneziane.

Curiosità sul Museo Archeologico

Sapevi che la recente donazione (1982) di bronzi della pre-protostoria Ligabue e altri oggetti della regione di Venezia, hanno ulteriormente arricchito il patrimonio del Museo Archeologico Nazionale? Il Museo Archeologico è stato introdotto nel Tour Marciano nel quale è incluso il Museo Correr e le sale monumentali della Biblioteca Marciana.

Perché visitare il Museo Archeologico?

Si tratta di un museo che racconta la storia di una città d'arte e collezioni donate nel corso degli anni. Non molto tempo fa, Carlo Anti tra il 1923 e il 1926, organizzò l'esposizione delle opere del Museo Archeologico, che è stata arricchita da Bruna Forlati tra il 1949 e il 1954 dopo la donazione delle collezioni archeologiche di Teodoro Correr nel 1939. Nel 1961 il museo si è arricchito ulteriormente dopo gli accordi del dopoguerra Italia-Jugoslavia, con collezioni di ceramiche, vetro gioielli del Museo di S. Donato di Zara.

Altre attrazioni nella zona

A pochi passi dal Museo Archeologico Nazionale di Venezia si trova il Palazzo Ducale che era sia la residenza ufficiale dei Duchi sia la sede del governo e il palazzo di giustizia. L'attuale edificio del Palazzo Ducale è una ricostruzione del XIV secolo e l'inizio del XV secolo, qui possiamo vedere chiaramente la combinazione del gotico e del bizantino. L'edificio fu ampliato nel XVIII secolo per accogliere le prigioni che erano sull'altro lato del canale, uniti dal ben noto Ponte dei Sospiri.

Il Ponte dei Sospiri è stato costruito in stile barocco nel XVII secolo e offre l'accesso alle prigioni del palazzo. Prende questo nome perché è stato il percorso che seguivano i condannati a morte e che dalle finestre potevano vedere per l'ultima volta la Laguna di Venezia.

I clienti che hanno prenotato questo museo hanno prenotato anche:

Informazioni Utili

Orari

Aperto dalle 10.00 alle 19.00 dal 1° Aprile al 31 Ottobre.

Aperto dalle 10.00 alle 17.00 dal 1° Novembre al 31 Marzo.

Chiusura: Capodanno, Natale.

Indirizzo e Mappa

Piazza San Marco, 52 - Venezia.

Vedi la mappa.

Mostre

Mostre previste all'interno del museo: nessuna mostra prevista.

Raggiungi comodamente i musei con i nostri servizi di transfer!
SERVIZIO DI TRANSFER
SERVIZIO DI TRANSFER
Prenota Ora